martedì 12 giugno 2012

6 medaglie per i giovanissimi del CUS

Cielo sereno sul vivaio del Cus Ferrara, che raccoglie importanti medaglie a San Miniato (Pisa), alla prima regata nazionale riservata alle categorie Under 14.
In un weekend di gare funestate dal gran vento, che ha costretto gli organizzatori a rinviare e poi annullare molte regate, il doppio Under 13 di Francesco Fausti e Filippo Gambetti ha conquistato un oro significativo, che ha galvanizzato la squadra di coach Edoardo Ballardini, parso più che soddisfatto dalle prestazioni dei suoi. Sempre nella categoria Under 13, quinto posto per il doppio di Mattia Ghelli e Pietro Buonanno, che sono poi scesi in acqua ancora sul quattro di coppia con Fausti e Gambetti raccogliendo ancora un quinto posto. Argento ottimo per il due senza Under 14 di Vittorio Sandri e Giovanni Balboni, che hanno ben interpretato la regata e si sono regalati una soddisfazione che rilancia le quotazioni del duo estense per le prossime regate. I giovani più in forma del gruppo Under hanno anche gareggiato nel quattro di coppia nella rappresentativa regionale, giungendo al traguardo al terzo posto arrotondando il medagliere di squadra. Negli Under 12, altre due medaglie d’argento nei singoli, con Francesco Fortini e Filippo Roveroni che, nonostante la giovane età, hanno tenuto il campo di gara con autorità. Nella stessa categoria Annamaria Cosma ha sfiorato il podio giungendo quarta, ma dimostrando di aver migliorato i tempi rispetto alle ultime uscite in gara.
Il responsabile tecnico del Cus Gabriele Braghiroli trae un bilancio dopo la gara, spartiacque stagione giovanile: <<Il vento non ha aiutato, perché sarebbe stato più utile gareggiare in condizioni atmosferiche migliori per valutare lo stato attuale dei nostri. Ora cercheremo di intensificare le uscite in barca, in vista della prossima regata, il Festival dei Giovani, che si terrà a Comabbio il 7 e 8 luglio, la gara più importante dell’anno per gli Under 14>>.
Riparte in questi giorni, nel frattempo, l’avventura azzurra per Pierre Calderoni, che è stato chiamato a Varese per il raduno preolimpico con la nazionale Adaptive. Coach Grizzetti non ha ancora sciolto alcuni dubbi sulla formazione finale del quattro con timoniere, e vuole ancora provare diverse soluzioni alla ricerca della migliore versione di una barca che punta alla medaglia a Londra 2012, dove Calderoni pare essere sempre più determinato a svolgere un ruolo da protagonista.
 
Davide Ghidoni